Presentato ChromeOS, il sistema operativo di Google


Come ci si attendeva, il sistema operativo di Big G sarà completamente basato sul web. Sui pc saranno installati solo il kernel Linux e i componenti base del sistema operativo. Tutte le applicazioni saranno online, e i dati saranno salvati nel cloud computing.

Da un lato questo renderà il sistema operativo leggero da installare e veloce all’avvio. Il rovescio della medaglia è che il computer avrà bisogno di una connessione continua a banda larga per il suo funzionamento. Almeno in teoria, visto che è possibile ipotizzare un salvataggio in locale per lavorare offline.

In ogni caso il sistema operativo sarà dipendente dai servizi offerti da Google e da altri operatori. Questi servizi saranno basati su software open source? Potranno essere liberamente modificati, come accade per i programmi delle distribuzioni Linux? Alla dipendenza da una software house (Microsoft) si sostituirà la dipendenza da un fornitore di servizi (Google)?

Sono tutte domande che si pongono oggi i sostenitori del software libero. Non c’è dubbio comunque che il contributo di Google migliorerà la diffusione di un sistema operativo Linux-based, con le conseguenze che possiamo immaginare sul supporto hardware. L’incognita è il prezzo da pagare in termini di libertà, in raffronto alle distribuzioni Linux tradizionali.

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...