Suggeriamo a Canonical le applicazioni proprietarie da supportare

schermata sondaggio

Matthew Helmke, moderatore del forum internazionale di Ubuntu, ha lanciato un sondaggio, nel quale si chiede agli utenti di suggerire le applicazioni proprietarie che Ubuntu dovrebbe supportare. Alcune non hanno una versione nativa per Linux (come Adobe Photoshop), altre sì (Skype), ma non sono supportate ufficialmente dall’azienda sudafricana.

Per chiarezza: queste applicazioni non sarebbero incluse di default nel sistema operativo. Semplicemente Canonical farebbe pressione per far sviluppare una versione nativa, che poi sarebbe ufficialmente supportata da Canonical (come Adobe Reader, che si trova nel repository “partner”).

Lo so, questo farà storcere il naso a molti puristi. Però insomma, che male ci sarebbe se esistessero versioni per Linux di alcuni programmi proprietari, come Photoshop? Non verrebbe meno la nostra libertà di usare Gimp ;). Anzi, molti professionisti potrebbero passare definitivamente a Linux. Non ci sarebbero più scuse.

È noto, molti sono costretti a rimanere su Windows/Mac perché mancano uno o due programmi proprietari che per motivi vari sono costretti ad usare. Ok, esiste Wine, ma non è la stessa cosa. Ci sarebbe finalmente un supporto ufficiale.

Nell’elenco mancano alcuni programmi importanti, come QuarkXpress, Autocad e gli altri programmi della suite Adobe. Possiamo suggerirne l’inclusione in un’apposita casella del sondaggio.

Qui il sondaggio

Share

Annunci

6 thoughts on “Suggeriamo a Canonical le applicazioni proprietarie da supportare

  1. Photoshop nativo su linux é abbastanza utopico in questo momento.Canonical non ha alcun mercato di riferimento da mettere sul piatto della bilancia per convincere adobe ad investire in un porting della sua applicazione di punta. E poi non si capisce perché canonical debba compiacere la nicchia dei fantomatici ‘professionisti’ a discapito di tutti gli altri, per esempio. Un professionista, se tale, non cambia le sue abitudini solo perché il tal sistema supporta una applicazione in più. Il successo di linux presso il grande pubblico non passa per photoshop o autocad. Ciao :)

    • sono d’accordo, difficilmente Canonical convincerà Adobe.

      Però penso che molti professionisti passerebbero volentieri a Linux, se ci fossero quei 2-3 programmi che mancano. Dovendo scegliere tra il costosissimo Mac e Linux che supportano entrambi la suite Adobe, facendo due conti, forse sceglierebbero la seconda soluzione ;)

    • Permettimi di dissentire!
      Se (forse) photoshop potrebbe avere poco mercato l’intera creative suite invece potrebbe avere un notevole sbocco commerciale.

      Esistono moltissime Aziende che lavorano nel mondo dell’editoria, del montaggio video, del marketing. Aziende che sviluppano soluzioni ‘multimeidali’ e che magari su linux potrebbero sfruttare la potenzialità del calcolo condiviso (facilmente integrabile in un qualunque pc con su ubuntu, più difficile su windows) e che grazie alla maggiore stabilità ed efficienza di linux potrebbero avere un vantaggio tecnico sufficiente per fare il salto….

  2. Il mondo dei professionisti é abbastanza particolare. Un professionista non compra sull’onda dell’emozione o segue la moda del momento. Usa, in genere, gli stessi strumenti per anni. Difficilmente troverai un fotografo o un grafico che sono morbosamente dietro all’ultima versione del software. É un problema di costi di licenza e di volume d’affari. La prima é elevata e si tende ad ammortizzarla nel medio lungo periodo, il secondo punto tocca invece più da vicino i risvolti della professione. É abbastanza raro e comunque si tratterebbe di figure altamente professionali e specializzate che il fotografo ed il grafico di cui sopra utilizzino più di 15/20 funzioni di un software complesso come photoshop e quindi non vale la pena prendere sempre l’ultima versione. Anche l’hardware spesso segue la stessa vita degli strumenti che vengono installati. E qualche aggiornamento nel tempo non inficia comunque la compatibilità con gli stessi. Ripeto continuando a invocare sempre le solite storie non andiamo da nessuna parte. Linux, anzi ubuntu nello specifico, deve costruirsi un sto mercato desktop e poi può pensare di bussare alle porte di adobe, autodesk, corel o chi ti pare per ottenere supporto. Ciao

    • Qui non si dice che una versione per Linux di alcuni programmi professionali risolverebbe di colpo tutti gli ostacoli alla diffusione di Linux, che risiedono prima di tutto nelle caratteristiche del mercato di rete e nel lock-in proprietario (http://xrl.in/497n).

      Non si dice neppure che quel giorno i professionisti farebbero così folli da prendere i loro computer, buttarli nella spazzatura, e passare subito a Linux. È chiaro che la scelta del s.o. libero potrebbe avvenire solo quando rinnovano il parco macchine, o aprono l’attività. Questo è abbastanza chiaro, mi sembrava inutile specificarlo ;)

  3. Ho capito benissimo quello che dici. Il punto é che attualmente non esiste un mercato desktop per linux. Quindi sostanzialmente non esiste un pubblico di riferimento cui rivolgere la propria offerta. Se anche domani, per assurdo, uscisse sto strainvocato photoshop per linux non se lo filerebbe nessuno a parte i soliti addetti ai lavori. Prima costrusci il tuo mercato poi ottieni supporto, non funziona né alla rovescia, né le due cose possono viaggare in parallelo. Chiedere a canonical di supportare photoshop in questo momento, oltre che improbabile, sarebbe un suicidio commerciale perché a fronte delle risorse impiegate non ci sarebbe un sufficiente ritorno economico. Poi, voglio dire, sognare non costa nulla. Ma il mercato di linux sul desktop, almeno secondo il mio parere, non passa per la strada del rimpiazzo a… E sostituisci ai puntini il sistema che preferisci. Essere il rimpiazzo di qualcosa, finisce per non piacere a nessuno. Non ho mai visto un cliente che entra per comprare nike uscire con adidas o puma. Spero di essermi spiegato. Ciao :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...