Bluefish 2.0.0 su Ubuntu

È stata rilasciata la versione 2.0.0 di Bluefish, il celebre HTML editor per GNOME.
Queste le caratteristiche:

  • Leggerezza: Bluefish occupa 30%-45% di ram in meno dei concorrenti
  • Velocità: Bluefish si avvia velocemente anche sui netbook e carica i file in un batter d’occhio
  • Nessuna interfaccia WYSIWYG: text editor puro WYSIWYN (What You See Is What You Need)
  • Interfaccia a schede
  • Supporto per i progetti
  • Supporto per la gestione dei file remoti tramite gvfs (FTP, SFTP, HTTP, HTTPS, WebDAV, CIFS e altri)
  • Cerca e sostituisci con supporto alle espressioni regolari POSIX e Perl
  • Apre i file ricorsivamente usando espressioni regolari
  • Sidebar con gli Snippet, frammenti di codice sorgente usati di frequente
  • Integrazione con programmi esterni come make, lint, weblint, xmllint, tidy, javac
  • Integrazione con filtri esterni, come sort, sed, awk
  • Funzione annulla/ripeti illimitata
  • Controllo ortografico integrato
  • Recupero dei documenti dopo i crash
  • Mappa caratteri integrata
  • Upload e download dei documenti
  • Modifica a schermo intero
  • Vari strumenti come Unisci linee, Dividi colonne, ecc.
  • Supporto linguaggi personalizzabile con:
    • Informazioni sul funzionamento dei tag e dei comandi al passaggio del mouse
    • Mostra/nascondi blocchi di codice
    • Evidenza i tag di apertura e chiusura di ciascun blocco di codice
    • Autocompletamento dei tag di numerosi linguaggi
    • Supporto per i seguenti linguaggi di marcatura e programmazione:
      • C/C++
      • CSS
      • CFML
      • gettext PO
      • HTML
      • Java
      • JavaScript
      • JSP
      • Perl
      • PHP
      • Python
      • Ruby
      • Shell
      • SQL
      • XML
  • Supporto per numerose codifiche dei caratteri
  • Segnalibri
  • Barre degli strumenti e Menu per il linguaggio HTML
    • Wizard per tabelle, frame, immagini e altro
    • Finestre di dialogo per diversi tag, con la possibilità di specificarne gli attributi
    • Creazione di miniature delle immagini
    • Barre degli strumenti personalizzabili
  • Rispetto delle Gnome and KDE user interface guidelines ove possibile
  • Tradotto in 10 lingue (altre in arrivo)

Ecco un video sulle principali caratteristiche

Per installare la nuova versione di Bluefish su Ubuntu 9.04 o superiore, aggiungiamo le seguenti righe al file /etc/apt/sources.list :

deb http://debian.wgdd.de/ubuntu jaunty main restricted universe multiverse

lasciate “jaunty” anche se la vostra versione di Ubuntu è più recente.

Installiamo poi la chiave:

sudo apt-get install wgdd-archive-keyring

A questo punto possiamo installare Bluefish:

sudo apt-get update
sudo apt-get install bluefish
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...