Le differenze tra Google Chrome e Chromium

Da qualche tempo sono disponibili per Linux sia Google Chrome che Chromium. Ma qual è la differenza?

Chromium è il browser libero sponsorizzato da Google, su cui si basa Google Chrome. Quest’ultimo è distribuito con una licenza freeware proprietaria.

Nel dettaglio, ecco le differenze:

Google Chrome Chromium
Logo Colorato Blu
Segnalazione crash Sì, se è abilitato No
User metrics (invio statistiche
sull’uso del programma)
Sì, se è abilitato No
tag <audio> e <video>
di HTML5
H.264, AAC, MP3, Vorbis e Theora Vorbis e Theora
Traduzione pagine web
Codice Testato dagli sviluppatori Modificato dalle distribuzioni
Sandbox Sempre attivata Dipende dalla
distribuzione  (Ubuntu e Gentoo sì)
Pacchetti singolo pacchetto deb o rpm Dipende dalla distribuzione.
Spesso il programma è diviso in diversi pacchetti
Profilo Salvato in
~/.config/google-chrome
Salvato in ~/.config/chromium
Cache Salvato in ~/.cache/google-chrome Salvato in ~/.cache/chromium
Controllo di qualità Solo versioni stabili: i nuovi rilasci sono testati
prima di essere distribuiti
Dipende dalla distro e dal
repository usato
Flash Player Integrato No
Licenze EULA licenza BSD con altre parti soggette a varie licenze libere

Qui trovate la tabella originale in inglese.

Annunci

Arriva la “tv del giorno dopo” di Mediaset, con Silverlight/Moonlight

Schermata del portale Mediaset

Parte oggi (11 gennaio 2010) il nuovo portale video Mediaset, che permette di rivedere alcuni programmi trasmessi dalla rete del biscione. A differenza del portale Rivideo (che va in pensione) il servizio è gratuito, e si basa sul plugin Silverlight.

Per poterne fruire su Ubuntu 9.10 è necessario rimuovere la versione 1.0 di Moonlight e installare la versione 2.0, che trovate qui.

Continua a leggere

Firefox: cercare nel sito corrente con Google

schermata di search site

Capita spesso di voler fare una ricerca interna al sito. Le soluzioni sono due:

  1. trovare nel sito una casella di ricerca, sperando che il webmaster sia stato previdente;
  2. fare una ricerca con Google di questo tipo: nomestringa site:indirizzosito

Search site è un’estensione di Firefox che semplifica le cose. Basterà digitare il testo nella barra di ricerca, e premere l’icona verde: apparirà una pagina di Google, con i risultati interni al sito.

È inoltre presente nel menu contestuale: se selezioniamo un testo e clicchiamo col tasto destro del mouse, ci comparirà l’opzione per fare una ricerca nel sito.

Share

Alla ricerca di un browser leggero per ubuntu

Da tempo cerco un browser leggero, adatto per un vecchio computer (pentium IV con 256 MB ram) su cui ho installato Xubuntu.

Ho provato diversi browser alternativi, per fare un piccolo test sull’uso di ram. Ho aperto in successione i seguenti siti:

I risultati in MB (chiaramente empirici) non sono molto confortanti:

Browser All’avvio 1 scheda 4 schede 6 schede
Firefox 3.5.6 20,8 35,9 83,3 120,1
Seamonkey 2.0.1 18,9 33,2 78,5 107,6
Chromium 4.0.283.0 (35283) 29,8 63,9 118,8 130,2
Midori 0.22 25,3 45,3 100,6 119,7
Kazehakase 0.58 11,1 33,4 78,1 101,2
Opera 10.10 30,9 50,1 107,1 137,9
Epiphany 2.29.3 18,1 36,7 91,8 133,5

.

Mi aspettavo qualcosa di meglio, soprattutto da Epiphany e Chromium. A quanto pare Webkit è veloce, ma anche esoso in termini di memoria ram.

Il migliore sembra essere Kazehakase (Gecko), che però manca di alcune funzioni fondamentali: prima fra tutte il blocco pop-up. Sorprendentemente Seamonkey occupa meno memoria di Firefox, nonostante integri anche un client di posta, un editor html e un client irc.