Arriva la “tv del giorno dopo” di Mediaset, con Silverlight/Moonlight

Schermata del portale Mediaset

Parte oggi (11 gennaio 2010) il nuovo portale video Mediaset, che permette di rivedere alcuni programmi trasmessi dalla rete del biscione. A differenza del portale Rivideo (che va in pensione) il servizio è gratuito, e si basa sul plugin Silverlight.

Per poterne fruire su Ubuntu 9.10 è necessario rimuovere la versione 1.0 di Moonlight e installare la versione 2.0, che trovate qui.

Continua a leggere

Firefox: cercare nel sito corrente con Google

schermata di search site

Capita spesso di voler fare una ricerca interna al sito. Le soluzioni sono due:

  1. trovare nel sito una casella di ricerca, sperando che il webmaster sia stato previdente;
  2. fare una ricerca con Google di questo tipo: nomestringa site:indirizzosito

Search site è un’estensione di Firefox che semplifica le cose. Basterà digitare il testo nella barra di ricerca, e premere l’icona verde: apparirà una pagina di Google, con i risultati interni al sito.

È inoltre presente nel menu contestuale: se selezioniamo un testo e clicchiamo col tasto destro del mouse, ci comparirà l’opzione per fare una ricerca nel sito.

Share

Firefox: avviare un terminale dal menu contestuale

A volte lo usiamo per installare programmi, altre per avere informazioni, altre ancora per configurare al meglio la nostra distro.

Il terminale di Linux è uno strumento decisamente utile, dalle mille potenzialità.

Molto spesso eseguiamo comandi trovati sul web, proposti da un blog o suggeriti in un forum di supporto. Tuttavia è scomodo copiare il testo, poi aprire il terminale e incollare il testo (ricordandosi che ctrl-v non funziona, bisogna usare ctrl-shift-v).

Continua a leggere

Firefox parla in sardo, con Sardfox!

Sardfox

I progetti open source dispongono di un gran numero di localizzazioni, grazie all’apertura del codice e allo spirito di partecipazione di innumerevoli volontari. Non poteva essere esclusa la lingua sarda. Già da tempo Abiword, un word processor alternativo a Microsoft Word, dispone di una completa localizzazione in sardo, realizzata da Mario Puddu e Francesco Cheratzu (i responsabili di Ditzionariu.org).

Prossimamente anche Firefox sarà utilizzabile in limba, grazie al progetto Sardfox. Gli sviluppatori si propongono di completare la localizzazione per il rilascio di Firefox 3.0. Se conoscete la lingua sarda, potete collaborare entrando in questa pagina.

Un Firefox con un look da Safari

Come rendere il nostro Firefox più simile al browser di casa Apple?
Ecco un estensione e alcuni temi:

  1. Fission. Questa estensione colloca la barra di caricamento nella barra degli indirizzi. Si può scegliere il colore o usare un immagine di sfondo.
    Fission
  2. Isafari. Un tema che ricalca in buona misura lo stile di Safari.
  3. IFox. Il grigio è più tenue del tema precedente.
  4. Cobalt Firefox. Un accattivante tema mac-style, che si discosta dall’interfaccia di Safari.

I risultati delle partite di calcio su Firefox

Footiefox

Alcune estensioni di Firefox forniscono utili informazioni in tempo reale. Previsioni meteo, terremoti, e anche risultati calcistici.

Footiefox è l’estensione dedicata agli amanti del mondo del calcio. Si va a posizionare nella barra di stato, dove possiamo tenere d’occhio i risultati delle partite. I campionati disponibili sono ben 190! Nell’ultima versione, la n. 2.0 rilasciata il 14 novembre, è stato aggiunto il supporto per la serie B italiana. Non mancano naturalmente Champions League, Coppa Uefa e qualificazioni a euro 2008. Nella barra di stato scorrono in sequenza i risultati dei campionati selezionati. Inoltre, dal pannello delle opzioni, è possibile scegliere aggiungere un avviso sonoro o testuale in caso di gol.

5 estensioni per la sicurezza di Firefox

Firefox è generalmente ritenuto più sicuro di Internet Explorer. Questo non significa che sia immune da rischi. Possiamo migliorarne la sicurezza con alcune estensioni:

 

Noscript

 

  1. Noscript. È tra le estensioni più popolari in assoluto. Noscript disattiva Javascript e le applet Java come impostazione prefinita. Spetta poi al navigatore scegliere di volta in volta quali siti autorizzare. Naturalmente, è sconsigliato autorizzare siti che appaiono poco affidabili.

  2. Mcafee Siteadvisor. Visualizza un’icona colorata nella barra di stato e vicino ai risultati delle ricerche di Google. I colori sono tre: rosso per i siti pericolosi, giallo per quelli rischiosi e verde per quelli affidabili. Il controllo non è in tempo reale: molti siti nuovi hanno un punto interrogativo, perciò bisogna richiederne la verifica. I dati analizzati sono innumerevoli. Sono verificati i download disponibili, l’invadenza dei pop-up, spam, adware, spyware, virus e phishing.

  3. WOT. Un altro “semaforo”, che però si fonda esclusivamente sui voti dati ai siti web da chi usa questa estensione.

  4. Finjan. Effettua un controllo in tempo reale alla ricerca di virus e script malevoli. Nei risultati di ricerca appare un semaforo. Non verifica il phishing.

  5. Dr. Web Antivirus Link Checker. Cliccando col tasto destro del mouse, e scegliendo la voce omonima dal menu contestuale, viene analizzato il file o la pagina web di destinazione.