Le differenze tra Google Chrome e Chromium

Da qualche tempo sono disponibili per Linux sia Google Chrome che Chromium. Ma qual è la differenza?

Chromium è il browser libero sponsorizzato da Google, su cui si basa Google Chrome. Quest’ultimo è distribuito con una licenza freeware proprietaria.

Nel dettaglio, ecco le differenze:

Google Chrome Chromium
Logo Colorato Blu
Segnalazione crash Sì, se è abilitato No
User metrics (invio statistiche
sull’uso del programma)
Sì, se è abilitato No
tag <audio> e <video>
di HTML5
H.264, AAC, MP3, Vorbis e Theora Vorbis e Theora
Traduzione pagine web
Codice Testato dagli sviluppatori Modificato dalle distribuzioni
Sandbox Sempre attivata Dipende dalla
distribuzione  (Ubuntu e Gentoo sì)
Pacchetti singolo pacchetto deb o rpm Dipende dalla distribuzione.
Spesso il programma è diviso in diversi pacchetti
Profilo Salvato in
~/.config/google-chrome
Salvato in ~/.config/chromium
Cache Salvato in ~/.cache/google-chrome Salvato in ~/.cache/chromium
Controllo di qualità Solo versioni stabili: i nuovi rilasci sono testati
prima di essere distribuiti
Dipende dalla distro e dal
repository usato
Flash Player Integrato No
Licenze EULA licenza BSD con altre parti soggette a varie licenze libere

Qui trovate la tabella originale in inglese.

Ubuntu 10.04: Chromium sposta i pulsanti a sinistra (con il tema predefinito)

L’ultima versione stabile di Chromium per Ubuntu 10.04 (5.0.375.70~r48679-0ubuntu2~ucd2~lucid) porta con sé un’importante novità: i pulsanti seguono la posizione stabilita dal tema GNOME.
Quando si usa il tema predefinito di Ubuntu 10.04 i pulsati appaiono così a sinistra, in coerenza con il nuovo stile del sistema operativo sudafricano. Con i “vecchi” temi i pulsanti restano invece a destra.

Per installare l’ultima versione di Chromium bisogna aggiungere il ppa stabile:

sudo add-apt-repository ppa:chromium-daily/stable && sudo apt-get update

Rilasciata la prima versione stabile di Google Chrome per Linux e Mac

Con un annuncio pubblicato sul blog ufficiale, Google annuncia il rilascio della prima versione stabile di Google Chrome per Linux e Mac.

Potete scaricarlo pacchettizzato per Debian/Opensuse/Fedora qui:
Download Google Chrome

E Chromium? Al momento gli sviluppatori si sono limitati a confermare la disponibilità del fratello “brandizzato”.
Esiste però un ppa (per ora vuoto) chiamato “Stable”:
https://launchpad.net/~chromium-daily/+archive/stable
Non ci resta che sperare che nei prossimi giorni sia attivato, con la versione stabile di Chromium.

Alla ricerca di un browser leggero per ubuntu

Da tempo cerco un browser leggero, adatto per un vecchio computer (pentium IV con 256 MB ram) su cui ho installato Xubuntu.

Ho provato diversi browser alternativi, per fare un piccolo test sull’uso di ram. Ho aperto in successione i seguenti siti:

I risultati in MB (chiaramente empirici) non sono molto confortanti:

Browser All’avvio 1 scheda 4 schede 6 schede
Firefox 3.5.6 20,8 35,9 83,3 120,1
Seamonkey 2.0.1 18,9 33,2 78,5 107,6
Chromium 4.0.283.0 (35283) 29,8 63,9 118,8 130,2
Midori 0.22 25,3 45,3 100,6 119,7
Kazehakase 0.58 11,1 33,4 78,1 101,2
Opera 10.10 30,9 50,1 107,1 137,9
Epiphany 2.29.3 18,1 36,7 91,8 133,5

.

Mi aspettavo qualcosa di meglio, soprattutto da Epiphany e Chromium. A quanto pare Webkit è veloce, ma anche esoso in termini di memoria ram.

Il migliore sembra essere Kazehakase (Gecko), che però manca di alcune funzioni fondamentali: prima fra tutte il blocco pop-up. Sorprendentemente Seamonkey occupa meno memoria di Firefox, nonostante integri anche un client di posta, un editor html e un client irc.